Iniziativa " Le Scuole della Pace " - Comunità Sant'Egidio Genova -

da Super User
in News
Visite: 441

 

 

 

OGNUNO DI NOI E' CHIAMATO A COLLABORARE COME PUO' - EVENTUALI CONTRIBUTI/VERSAMENTI A FAVORE O DEL PROGETTO " COLONIA " O " VACANZE ADOLESCENTI " O PER LE ATTIVITA' IN CITTA' SIA EFFETTUATO SUL CONTO CORRENTE BANCARIO INTESTATO ALLA NOSTRA ASSOCIAZIONE CHE SARA' TRAMITE RICORDO CHE IL COSTO PER OGNI BAMBINO IN COLONIA E' PARI AD EURO 250,00



 INIZIATIVA CHE LA COMUNITA' SANT'EGIDIO SVOLGERA' COI MINORI, GIA' SEGUITI TUTTO L'ANNO, NEI CENTRI DI SCUOLA DELLA PACE, PER L'ESTATE 2019. 

Le Scuole della Pace

La Comunità di Sant'Egidio segue a Genova circa 400 bambini e ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado all'interno delle attività delle "Scuole della Pace", i centri pomeridiani gratuiti animati da oltre cento volontari liceali e universitari.

Le Scuole della Pace - che operano nei quartieri di edilizia residenziale pubblica Begato e Cep, a Camigliano, all'interno della struttura per emergenza abitativa "Il  Boschetto", nel Centro Storico e a Struppa - tentano di spezzare un destino di esclusione determinato sia dall'ambiente scolastico, sia dal tessuto in cui vivono i minori, particolarmente quelli che  abitano  in contesti difficili. Molto  si può fare: curando l'apprendimento, seguendo il percorso scolastico con costant i colloqui con gli insegnanti e con le famiglie, creando spazi per nuove conoscenze e incontri (arte, storia e cultura della città).

"I bambini chiedono la pace" è il tema che ha unito le numerose attività e iniziative che i vari centri di Scuola della Pace hanno messo in campo durante l'intero anno scolastico nei vari quartieri della città: la cultura del dialogo e dell'incontro, così necessaria nel nostro tempo, è costitutiva dell'impegno educativo della Comunità di Sant'Egidio con i minori. Riteniamo l'educazione alla pace e alla convivenza un grande investimento sul futuro, senza tuttavia mai sottovalutare le domande e i desideri che bambini e adolescenti esprimono ad adulti che si pongono nei loro confronti, non solo come educatori, ma come "amici più grandi" che ascoltano e accompagnano nel cammino degli anni più delicati della vita.

L'estate un "buco nero" nella vita dei bambini di periferia

Per tutti i bambini, l'estate è un tempo lungo. Per molti dei minori seguiti  dalle Scuole  della Pace - a cui spesso gli assistenti sociali degli ambiti territoriali municipali offrono la possibilità di una/due settimane di centri estivi - sono mesi in cui cessano le attività proposte in quartiere. I genitori - spesso mamme sole - sono impegnati con il lavoro e non hanno le risorse per trovare adulti in grado di seguire i bambini: non è raro che i nonni, per esempio per i figli di immigrati, siano lontani. Per questo l'estate è spesso un tempo di solitudine, caratterizzato dalla vita per strada - con tutte le problematiche connesse - o dal rapporto ossessivo con i media (televisione, computer, telefoni cellulari) fruiti senza limiti e senza controllo. Le frequentazioni, l'alimentazione, le abitudini vengono stravolte.

Il progetto

L'estate si prepara proseguendo gli  itinerari già avviati, con momenti di divertimento e di visite a città d'arte, ma anche con appuntamenti che favoriscano iniziative di  solidarietà, particolarmente con visite e incontri con gli anziani (visite in istituto e neisoggiorni per anziani che la Comunità organizza in diversi luoghi della Riviera ligure, incontrando e servendo gli anziani, ma anche ponendosi in atteggiamento di ascolto di un patrimonio da ereditare).

Per i bambini, dai6 ai 10 anni, si preparano due colonie a Col di Nava, in provincia di Imperia.

Il numero previsto è di circa 250 minori.

Per gli adolescenti, da 11 a 14 anni, sono previste brevi vacanze a gruppi, per un totale di 130 ragazzi, a Bologna e Rimini dove visiteranno ilParcodell'Italiainminiatura.

In città, saranno organizzati momenti di svago, gite, eventi culturali, incontri di solidarietà, con cadenza due/tre volte la settimana nei sei quartieri della città dove sono presenti i centri di Scuola della Pace.

Piano dei costi

Il costo complessivo di queste attività è così stimato:

Colonia:

 

Euro 250,00 a bambino ( 250 bambini per euro 250,00)

 

Vacanza adolescenti:

=

€62.500,00

Euro 120 a ragazzo (130 adolescenti per euro 120,00)

=

€ 15.600,00

 

 Per le attività in città, che coinvolgono tutti i minori presenti,

si prevede una spesa per spostamenti, materiale, cibo, di circa                10.000,00

Si rende noto che solo il 25% dei partecipanti può pagare il costo della vacanza.

Gli operatori, tutti volontari, pagano la loro quota e non sono compresi nel numero e nel piano dei costi qui sopra riportato.

 

 

 

 

 

 

 



 

IL PROGETTO CUI E' MENZIONE, SU PROPOSTA DEL CONFRATELLO UMBERTO BRIGNARDELLO, DELEGATO PROVINCIALE OMRCC GENOVA E CUSTODE DELLE INSEGNE DI QUESTO GRAN PRIORATO.